Il Progetto Homeward nasce, in collaborazione con la cooperativaa Serena, dall’esigenza di offrire a persone disabili giovani-adulte un contesto abitativo a bassa protezione, ove mettere a frutto e sperimentare le proprie autonomie, e concretizzare il percorso della vita adulta che prevede il distacco dalla famiglia e l’avvio di un proprio progetto di vita indipendente.

Il progetto si rivolge in maniera specifica ed esclusiva a soggetti aventi le seguenti caratteristiche:

  • La maggiore età, di ambo i sessi.
  • Una disabilità psico-cognitiva di grado medio-lieve, associata ad un discreto livello di autonomia nelle funzioni della cura di sé e delle cose personali, e in quelle legate alle relazioni e alla fruizione del contesto territoriale; si presuppone inoltre consapevolezza e spinta motivazionale nell’adesione al Progetto.
  • Un’occupazione diurna già avviata o che sia possibile attivare in tempi brevi con un lavoro di rete congiunto tra l’equipe educativa, i Servizi Sociali e i Servizi per gli inserimenti lavorativi.

L’inserimento avviene previo percorso di avvicinamento graduale o di sperimentazione presso l’appartamento (da concordare con il responsabile della struttura).

La struttura individuata per avviare il progetto è composta da un appartamento di quattro locali (cucina abitabile, tre camere da letto, due bagni, soggiorno e balcone) per una superficie di circa 100 mq. L’appartamento può ospitare fino a 5 persone. L’appartamento è all’interno di un Condominio, sito nel centro di Lainate, sono quindi facilmente raggiungibili tutti i principali servizi offerti dal territorio.

La scelta di questa struttura è stata dettata dal fatto che rispecchia una delle caratteristiche fondamentali del progetto, quella di non costituire uno spazio autoreferenziato e indipendente dal contesto territoriale, ma al contrario una realtà immersa nel comune tessuto sociale, nell’ottica dell’integrazione e di una funzionale convivenza.

In affiancamento agli ospiti lavora una èquipe di educatori professionali, la cui presenza è prevista dal lunedì al venerdì, dalle 16 alle 21, orario in cui gli ospiti sono effettivamente presenti negli appartamenti, al rientro dalle attività diurne; il sabato e la domenica un educatore è presente per 9 ore, da concordare con gli abitanti, per un affiancamento nelle attività domestiche, oppure nelle ore serali per l’accompagnamento in attività particolari.

E’ presente un operatore anche nelle ore notturne ed è garantita la reperibilità di un operatore 24 ore su 24 .

Notizie dal progetto Homeward

Cerchiamo Educatore/ice Professionale per servizi residenziali

Cerchiamo  un/a educator / ice professionale da inserire nei servizi residenziali che si occupano dei Minori Stranieri Non Accompagnati – appartamento per Ragazze Minori Vittime di Tratta con sede a Milano e Hinterland. La risorsa dovrà essere in possesso della Laurea in Scienze dell’educazione o Educatore professionale. Il/La candidato/a avrà le seguenti responsabilità: – Riconoscere le […]leggi di più >>

Be Home cerca un Coordinatore

Be Home è un’impresa sociale fondata dalle cooperative Tuttinsieme, Genera e Cordata, che operano nel campo dell’accoglienza, inclusione e cura delle fragilità. A Cormano gestisce 28 appartamenti nella corte di via Dall’Occo con l’ambizioso progetto di farne un luogo che ospita i servizi di accoglienza delle cooperative (alloggi per l’autonomia mamma-bambino, accoglienza per le emergenze abitative di nuclei […]leggi di più >>

Cerchiamo Responsabile Sviluppo Patrimoniale

Cerchiamo  un/a un Responsabile Sviluppo Patrimoniale. La risorsa ha l’obiettivo di valorizzare il patrimonio immobiliare della Cooperativa, con il supporto di un’equipe multidisciplinare che si occupa di Facility & Property. Responsabilità La posizione prevede la gestione dei seguenti processi strategici: – Gestione ed implementazione della funzione Facility e Property, in relazione al patrimonio immobiliare dell’impresa, attraverso la gestione […]leggi di più >>