Il Progetto Homeward nasce, in collaborazione con la cooperativaa Serena, dall’esigenza di offrire a persone disabili giovani-adulte un contesto abitativo a bassa protezione, ove mettere a frutto e sperimentare le proprie autonomie, e concretizzare il percorso della vita adulta che prevede il distacco dalla famiglia e l’avvio di un proprio progetto di vita indipendente.

Il progetto si rivolge in maniera specifica ed esclusiva a soggetti aventi le seguenti caratteristiche:

  • La maggiore età, di ambo i sessi.
  • Una disabilità psico-cognitiva di grado medio-lieve, associata ad un discreto livello di autonomia nelle funzioni della cura di sé e delle cose personali, e in quelle legate alle relazioni e alla fruizione del contesto territoriale; si presuppone inoltre consapevolezza e spinta motivazionale nell’adesione al Progetto.
  • Un’occupazione diurna già avviata o che sia possibile attivare in tempi brevi con un lavoro di rete congiunto tra l’equipe educativa, i Servizi Sociali e i Servizi per gli inserimenti lavorativi.

L’inserimento avviene previo percorso di avvicinamento graduale o di sperimentazione presso l’appartamento (da concordare con il responsabile della struttura).

La struttura individuata per avviare il progetto è composta da un appartamento di quattro locali (cucina abitabile, tre camere da letto, due bagni, soggiorno e balcone) per una superficie di circa 100 mq. L’appartamento può ospitare fino a 5 persone. L’appartamento è all’interno di un Condominio, sito nel centro di Lainate, sono quindi facilmente raggiungibili tutti i principali servizi offerti dal territorio.

La scelta di questa struttura è stata dettata dal fatto che rispecchia una delle caratteristiche fondamentali del progetto, quella di non costituire uno spazio autoreferenziato e indipendente dal contesto territoriale, ma al contrario una realtà immersa nel comune tessuto sociale, nell’ottica dell’integrazione e di una funzionale convivenza.

In affiancamento agli ospiti lavora una èquipe di educatori professionali, la cui presenza è prevista dal lunedì al venerdì, dalle 16 alle 21, orario in cui gli ospiti sono effettivamente presenti negli appartamenti, al rientro dalle attività diurne; il sabato e la domenica un educatore è presente per 9 ore, da concordare con gli abitanti, per un affiancamento nelle attività domestiche, oppure nelle ore serali per l’accompagnamento in attività particolari.

E’ presente un operatore anche nelle ore notturne ed è garantita la reperibilità di un operatore 24 ore su 24 .

Notizie dal progetto Homeward

Cerchiamo educatore/trice professionale MSNA

Ricerchiamo un/a educatore/trice da inserire presso i servizi residenziali per minori stranieri non accompagnati con sede a Milano e Hinterland. Il/La candidato/a sarà inserito/a in un contesto di equipe per progetti educativi per i ragazzi accolti.   Il candidato ideale possiede la laurea in Scienze dell’Educazione e ha ricoperto ruoli educativi, preferibilmente a contatto con […]leggi di più >>

Cerchiamo Educatore/trice professionale ADM

Cerchiamo un/a educatore/trice professionale da inserire nei servizi territoriali che si occupano di assistenza domiciliare minori.   La risorsa dovrà essere in possesso della Laurea in Scienze dell’educazione o Educatore professionale. Si richiede un’esperienza minima nelle assistenze domiciliari minori. Inoltre, dovrà essere in grado di osservare il contesto, di riconoscere le esigenze del minore e della […]leggi di più >>

Cerchiamo Educatore/trice professionale disabili

Cerchiamo un/a educatore/trice da inserire in una microcomunità di disabili medio–lievi a Garbagnate Milanese (MI), con un progetto di palestra di vita autonoma. La microcomunità si trova in un contesto di residenza collettiva.   La risorsa dovrà essere in possesso della Laurea in Scienze dell’educazione o Educatore professionale. Inoltre, dovrà essere in grado di osservare […]leggi di più >>