Da gennaio 2016 coordinatrice di Case Saltatempo, progetto che si occupa dell’accoglienza diffusa e dell’accompagnamento all’autonomia di minori stranieri non accompagnati grazie al quotidiano supporto di un’equipe multi-professionale.

Laureata in Scienze dell’Educazione e in Scienza Antropologiche ed Etnologiche, si interessa da diversi anni al tema della migrazione. Al centro del lavoro pone attenzione alla capacità di agency dei ragazzi, alle dinamiche transculturali, alla temporalità della migrazione, alla crescita psico affettiva e all’integrazione, il tutto lavorando costantemente sulla relazione.

In questi anni ha anche maturato esperienza nella gestione di laboratori esperienziali in scuole e presso altre associazioni e laboratori interni al progetto tramite i quali osservare e dare competenze ai ragazzi.