Arrabbiarsi è umano, succede sia ai grandi che ai piccoli. Ma tutte le emozioni, se represse o vissute in misura eccessiva, condizionano negativamente l’esistenza. La rabbia non gestita ci porta a perdere il controllo di noi stessi, mentre la sua inibizione ci carica di rancore o ci rende più tristi.


Il conflitto però non va confuso con la violenza.

Nelle situazioni di conflitto si mettono in atto competenze relazionali, mentre la violenza nasce proprio dall’incapacità di stare nelle situazioni di tensione e di negoziare tra posizioni differenti.
Ciò che conta quindi non è evitare il conflitto, ma imparare ad attraversarlo, in modo da riuscire a mantenere le relazioni anche quando non ci si trova d’accordo, come succede spesso nelle relazioni di coppia, tra genitori e figli, tra compagni di scuola e amici.
La mediazione, praticata da una persona esperta, può aiutare a superare la fase della ”guerra” contribuendo a percepire le situazioni in modo non esagerato e distorto e a ridurre il desiderio di vendetta e i pensieri di condanna.
Creare la consapevolezza degli elevati costi che può comportare la rivalsa, può essere un primo passo utile per favorire il cambiamento.

boys shaking hands

LA MEDIAZIONE TRA I CONIUGI
E’ un percorso rivolto ai genitori in vista o in seguito alla separa- zione e al divorzio per:
Riaprire i canali di comunicazione interrotti dal conflitto, lontano da una logica che vuole sempre un vincitore e un perdente;
Stabilire accordi condivisi e duraturi che consentano ai figli di crescere sereni e agli adulti di svolgere responsabilmente il comune compito genitoriale.
Il mediatore familiare garantisce imparzialità e massima riservatezza e autonomia rispetto all’ambito giudiziario.
La mediazione familiare si svolge nel corso di 10-12 incontri, condotta da un professionista, con una qualificazione certificata, coadiuvato, se necessario, da uno psicoterapeuta.

LA MEDIAZIONE
TRA GENITORI E FIGLI
Il conflitto tra le generazioni è una condizione transitoria, utile al processo di crescita dei figli e alla loro differenziazione.
Quando la conflittualità però è eccessiva, il benessere dei ragazzi e la qualità di vita dell’intero nucleo famigliare finiscono per essere compromessi.
Le nostre proposte:

  • GRUPPI DI GENITORI
  • GRUPPI DI ADOLESCENTI
  • INCONTRI TRA GENITORI E FIGLI
  • SOSTEGNO GENITORIALE INDIVIDUALE

Gli operatori del Centro Famiglie & Dintorni La Cordata coinvolti in queste attività sono mediatori familiari con una qualificazione certificata, psicoterapeuti dell’età evolutiva, educatori
e pedagogisti.

LA MEDIAZIONE TRA PARI
Quando si creano situazioni di conflitto che possono degenerare in atti violenti o di bullismo, anche in ambiente scolastico, è possibile aiutare i ragazzi a riconoscere e rispettare le reciproche differenze, incoraggiandoli a trovare un terreno di scambio. Le nostre proposte:

  • INCONTRI DI PAROLA FRA ADOLESCENTI: simulazioni di diverse situazioni di conflitto; individuazione di ciò che ciascuno può portare all’interno del gruppo; valorizzazione dell’individualità e modifiche del comportamento sociale.
  • LABORATORI DI BOXE: riconoscimento e controllo delle fonti di tensione, sviluppo del senso critico e dell’efficacia collettiva mediante lo sport, l’allenamento e la dinamica di gruppo; uso del corpo come mezzo di comunicazione; apprendimento di regole

Per informazioni:

Centro Famiglie & Dintorni

www.centrofamiglielacordata.it

Tel: (+39) 02 3655 6623

Mail: centrofamiglie@lacordata.it